Who is IlDario?

Italian men, living in London.
Sports; TvSeries; Comics; Music; Travel; People; Art & Dreams

Nelson Mandela Quote

"If you talk to a man in a language he understands, that goes to his head. If you talk to him in his language, that goes to his heart." - Nelson Mandela

sabato 2 aprile 2016

Londra...la città che fa sognare


"Non c’è nessun altro posto come Londra. Niente di niente, da nessuna parte."
(Vivienne Westwood)
Coca-Cola London Eye dal ponte di Westminster
Non sono mai stato un grande amante di Londra, diciamo che fino a qualche anno fa era una città che non mi affascinava tanto. Ma sono stato a Londra solo una settimana (dal 06 al 14 dicembre scorso) ed ho gia cambiato idea. La City, cosi come viene spesso chiamata è una città che ti toglie il fiato (il freddo aiuta) grazie a tutto quello che c'è' di stupendo. Una città che stanca tantissimo, una città che non dorme mai, una città in cui puoi rimanere sorpreso in ogni momento, una città che ha comunque i suoi difetti che la rendono ancora più speciale.

Grazie alle compagnie low-cost adesso raggiungere le capitali europee e alla portata di chiunque, basta soltanto volerlo e viaggiare. L'esperienza del viaggio ti aiuta a conoscere il mondo e conoscere te stesso, ad ammirare e a stupirti (e come vi ho già detto in precedenza; non c'è niente di più bello al mondo di stupirsi). Il viaggio è cultura, è esperienza, è uno splendido strumento attraverso il quale aprile la mente a nuovi ed sconfinati orizzonti. Voglia di continuare, voglia di scoprire, voglia di libertà che solo una esperienza da viaggio può darti ma per scoprire una città non bisogna stare chiuso in albergo ma bisogna muoversi a piedi, usare i (costosi) mezzi pubblici, girovagare, perdesi. La città va vissuta per strada, nei luoghi, nei monumenti, nelle statue, nei negozi che ne caratterizzano le zone.
Si lo so che la foto fa schifo ma il ricordo più bello e nel mio cuore

Fermarsi due minuti a Piccadilly Circus è una delle cose più belle ed emozionati che un uomo possa mai fare, credo che chi vive li non c'è ne rendi nemmeno conto.
Quando ti siedi e vedi intorno a te una luce che sembra giorno, emanata da quei immensi cartelloni pubblicitari, quando ascolti la gente intorno a te che parla centinaia di lingue diverse, tu sei consapevole di essere al centro del mondo. Una esperienza che (credo) solo Time Square, a New York, riesce a superare.

National Gallery dalla piazza di Tafalgar Square
Londra è una città che offre tutto a tutti, gli amanti dell'arte non possono non rimanere sconvolge-mente stupiti dalla bellezza dei musei cittadini dove si possono ammirare tantissimi opere dei artisti più grandi del nostro pianeta. Da italiano impossibile non fare una tappa al National Gallery e vedere le opere del rinascimento italiano, cosi come chi preferisce le opere più moderne con il Tate Modern (che il 17 giugno avrà una sua nuova casa) sarà accontentato.

Il campo centrale di Wimbledon
Chi ama lo sport (come il sottoscritto) ha delle tappe praticamente obbligatorio da fare e la possibilità di visitare lo stadio di Wimbledon con annesso museo non me lo sono fatto scappare. Vedere il campo centrale dal vivo, vedere il trofeo, entrare nei spogliatoti dove sai che Sampras e Federer sono stati mette i brividi.

Londra ti stupisce anche nelle piccole cose: dalla gentilezza dei cittadini inglese (dicono "sorry" praticamente per ogni cosa, anche quando non c'e' ne bisogno); dalla incredibile globalizzazione dei marchi internazionale unita ai mercatini di gente "comune" che vende i propri prodotti...senza dimenticare volpi e scoiattoli che camminano per strada.

Londra poi è un grandissimo mappamondo dove trovi gente proveniente da ogni angolo del globulo terreste che danno alla città quel misto di culture da scoprire ogni singolo giorno.
Torneo presto in questa città, che in qualche modo sta diventano la mia seconda casa, per continuare a restare stupido e trovare ingredienti per i miei sogni...Si perché Londra è una città che fa sognare chiunque la visita, anche solo per un giorno.

"Non troverai nessuno, soprattutto un intellettuale, che voglia lasciare Londra. No, Sir, quando un uomo è stanco di Londra è stanco della vita; a Londra c’è tutto ciò che questa vita possa offrire"
(Samuel Johnson)